[Gvsig_italian] come creare una DEM

Gi. Priamo Farci gipriamo a tiscali.it
Mar 6 Set 2011 08:47:27 PDT


ri-eccomi di nuovo all'opera e con le incertezze di questa nuova e 
interessantissima avventura informatica ... forse allora Ŕ meglio che 
semplicemente provo a dirVi cosa devo fare nell'immediato altrimenti con la 
terminologia specifica corro il rischio (per me sostanzialmente nuova) corro 
il rischio di prendere luciole per lanterne e di porvi questioni fuorvianti:
devo presentare visivamente un'area della provincia di Cagliari vasta circa 
25 kmq con quote che variano da 0 a 650 m slm. La morfologia Ŕ estremamente 
varia con vasti altopiani e profonde gole.
Lo scopo Ŕ evidenziare le direzioni preferenziali degli alvei e l'andamento 
delle quote con la realizzazione di un'immagine che mostri la profonditÓ: in 
pratica rendere comprensibile con un 'colpo d'occhio' la morfologia 
dell'area.
Per fare questo ho a diposizione:
- le carte digitali dell'area, georeferenziate, in scala 1:10.000, in 
formato .dxf con le isoipse spezzate e non quotate (tutte le informazioni 
sono sulla stessa superficie);
- un file .shp -con le sole isoipse ogni 50 m- quotate e in formato 2D, 
dell'intera regione (210 MB);
- un file .shp degli elementi idrici (20 MB), non quotato e che mi 
piacerebbe riportare sulle curve di livello ma ora ci vorrebbe troppo tempo 
(dissolvere con quote corrette).
- un'immagine raster in formato .ecw dell'intera regione (3,87 GB);
- un'altra immagine raster in formato .ecw della regione (1,76 GB).

Ora, partendo dal file .shp con curve ogni 50 m ho rasterizzato le curve di 
livello e poi riempito lo spazio tra loro con il tool 'void filling' come mi 
ha grandemente suggerito Antonio Falciano.
Al momento st˛ 'macinando' sul programma ma non so bene come continuare per 
raggiungere il risultato che vi dicevo (rendere comprensibile con un colpo 
d'occhio la morfologia dell'area) sopra e mi viene anche qualche dubbio 
sull'utilitÓ -rispetto all'obiettivo, del procedimento che ho seguito.
...
aspetto impaziente una vostra opinione. grazie



----- Original Message ----- 
From: "ernesto sferlazza" <e.sferlazza a gmail.com>
To: <gvsig_italian a lists.gvsig.org>
Sent: Tuesday, September 06, 2011 1:10 PM
Subject: Re: [Gvsig_italian] come creare una DEM


> Date: Tue, 06 Sep 2011 11:33:07 +0200
> From: Pietro d'Orio <pietro.dorio a r3-gis.com>
> Scusa la domanda, ma spesso si confondono le due... hai bisogno di un
> DEM o di un DTM?
>
> Il primo Ŕ un dato raster che contiene in ogni pixel l'informazione
> dell'altezza, il secondo Ŕ un modello del terreno ombreggiato. Te lo
> chiedo perchŔ ovviamente per ottenere uno o l'altro risultato si devono
> effettuare due procedure diverse.

[...]  Siamo sicuri? (vedi alcuni links riguardanti l'argomento)
http://www.naturaltech.it/DTM_DEM.html
http://en.wikipedia.org/wiki/Digital_elevation_model
http://www.scilands.de/e_index.htm?page=/e_service/e_faq/e_definitions_dtm/definitions_dtm.htm
http://www.gianfrancogiusto.it/2009/04/07/dem-digital-elevation-model-dtm-digital-terrain-model-dsm-digital-surface-model-tin-triangulated-irregular-network/

--
ing. Ernesto Sferlazza
responsabile nodo provinciale di Agrigento del SITR Sicilia
resp. gruppo Sistema Informativo Territoriale
Provincia regionale di Agrigento
sede istituzionale: piazza Aldo Moro, 1 - 92100 AGRIGENTO
sede operativa: via Acrone, 27 - 92100 AGRIGENTO
cell. 3392718463 (personale)
3316874296 (aziendale)
tel. uff 0922593752
_______________________________________________
Gvsig_italian mailing list
Gvsig_italian a lists.gvsig.org
https://gvsig.org/lists/mailman/listinfo/gvsig_italian




More information about the Gvsig_italian mailing list